Mac OS X

Da Semantic WikiSUN.

Mac OS X (pronuncia Ten) è l'attuale versione del sistema operativo di casa Apple, è stato completamente riscritto e basato su piattaforma Unix, la release attuale è la Mac OS X 10.6.6 del 6 Gennaio 2011; con il termine Mac OS viene identificato, generalmente, il sistema operativo di casa Apple nato nel 1984, il suo acronimo è Macintosh Operating System fu il primo sistema operativo ad utilizzare una interfaccia grafica user friendly per agevolare gli utilizzatori, prima del suo avvento infatti le azioni sul sistema operativo venivano richiamate tramite linee di comando (generalmente sulla shell Dos).

Il Mac Os X nasce nel 2001 in modo da combinare le caratteristiche dell'interfaccia utente del Mac OS classico con una architettura di sistema operativo derivata da Unix; si tratta non di una nuova versione del sistema Mac OS ma di un sistema operativo completamente riscritto sulla base delle indicazioni derivanti dalla piattaforma Unix.

Indice

Descrizione

Mac OS X , che e'il sistema Unix piu' usato al mondo include tutte le più comuni utility e shell di comando Unix, una completa macchina, nonché i principali linguaggi di scripting come Perl, PHP, tcl, Ruby e Python, ed e' certificato da The Open Group come conforme allo standard dal suo rilascio 10.5 in poi.

Mac OS X è stato creato combinando :

  • Darwin OS, un sistema operativo libero e completo sviluppato da Apple Computer, della famiglia open source BSD, derivato da Unix, con kernel XNU basato sul microkernel Mach, ispirato e ibridato al kernel del sistema operativo FreeBSD con ampie porzioni di codice NetBSD
  • una serie di I/O kit, Frameworks, un set di librerie ottimizzate che facilitano il porting del codice Unix, e alcuni set di API (carbon e cocoa), sviluppate da NEXTStep e Apple Computer;
  • un' interfaccia grafica (GUI), chiamata Aqua, sviluppata da Apple Computer;

Il sistema operativo ha avuto il suo primo rilascio commerciale nel 2001.


Mac OS X manteneva transitoriamente, fino al rilascio della versione Leopard per PowerPC, una retrocompatibilità quasi assoluta con le applicazioni Macintosh anche molto datate grazie alla caratteristica di poter caricare, all'occorrenza, il Mac OS Classic] in una macchina virtuale, all'interno di un apposito task isolato e chiuso dal resto del sistema. Inoltre le API Carbon hanno consentito una veloce conversione di molti applicativi da Mac OS 9 a Mac OS X dando modo di completare la transizione.

Una tecnologia simile chiamata Rosetta viene utilizzata per permettere l'utilizzo delle applicazioni compilate per processori PowerPC su macchine Intel (viene installata in automatico e gratuitamente se/quando necessario). L'eredità del NeXTSTEP è ancora presente, si nota anche dal fatto che molte primitive iniziano con la sigla "NS" (contrazione di NEXTStep). Le API NEXTStep/OpenStep sono state integrate nel sistema operativo nelle API Cocoa.

Mac OS X è in grado di eseguire direttamente molti programmi per BSD e GNU/Linux attraverso la compilazione dei sorgenti (make) e, in alcuni casi, tramite il ricorso alla gestione grafica via Apple X11, presente di serie nel sistema operativo anche se normalmente non utilizzato dalle applicazioni per OS X che utilizzano nativamente il motore grafico Quartz.

Esistono vari progetti che provvedono a rendere disponibili molti binari precompilati (packages): ciò evita all'utente di dover configurare e compilare i sorgenti (ports), un'operazione non sempre agevole, dato che solitamente viene eseguita da riga di comando (terminal). I più famosi sono il progetto Fink e il progetto DarwinPorts.

La versione 10.3 è la prima che include Apple X11, la versione Apple del gestore grafico X11 per applicazioni Unix, fornito come componente opzionale dall'installazione standard. L'Apple X11 si basa sul progetto XFree86 versione 4.3 e X11R6.6 e fornisce un gestore grafico integrato col Mac OS X, dato che condivide lo stesso aspetto delle finestre, utilizza la tecnologia Quartz per il disegno dell'interfaccia grafica e si avvantaggia dell'accelerazione OpenGL. Esempi di applicazioni per Mac OS X che utilizzano server X11 sono OpenOffice.org per Mac e Gimp per Mac.

Nomi in codice

Tutti i nomi in codice utilizzati per i rilasci ufficiali di Mac OS X derivano da quelli di grandi felini.

La versione Mac OS X 10.0 si chiamava Cheetah, la Mac OS X 10.1 Puma , la Mac OS X 10.2, Jaguar , la Mac OS X 10.3 Panther, la Mac OS X 10.4 Tiger, la Mac OS X 10.5 Leopard , la Mac OS X 10.6 Snow Leopard , la Mac OS X 10.7 Lion , attualmente uscita è l'ultima versione Mac OS X 10.8 Mountain Lion.

Unica eccezione alla linea di felini e' la release ad uso interno e mai rilasciata pubblicamente, Mac OS X v.0 (corrispondente al Mac OS X Server 1.0), che ha nome in codice Kodiak.

Versioni

Kodiak

Rilascio ad uso interno, non pubblico, 16 marzo 1999

Beta

Rilasci Developers Previews ad uso degli sviluppatori

Public Beta

Mac OS X Public Beta, rilasciato il 13 settembre 2000

Mac OS X 10.0

Il 24 marzo 2001, Apple presenta Mac OS X, versione 10.0. Viene elogiato per la sua stabilità e relativa completezza (considerando che era una completa riscrittura del sistema operativo) ma viene anche criticato per la lentezza e per la mancanza di alcune caratteristiche presenti nella precedente versione, come per esempio la masterizzazione dei CD o DVD. Molte persone (incluso Steve Jobs) lo considerano un'ottima beta ma non un vero sistema operativo.

Mac OS X 10.1

Nel Settembre del 2001 viene rilasciato l'aggiornamento gratuito a 10.1 che migliora la velocità e colma le principali lacune come l'impossibilità di masterizzare e la mancanza di un lettore di DVD.

Mac OS X 10.2

Nel 2002, Apple presenta Jaguar, la versione 10.2]] di Mac OS X che apporta notevoli miglioramenti alla velocità, introduce un nuovo motore grafico e apporta più di 150 migliorie al sistema operativo. La versione 10.2 è la prima a supportare solo macchine dotate delle New World ROM (Questo è vero in parte in quanto il 10.2 si installa con successo anche sui PowerBook G3 con ROM ibride e non ancora interamente New World)

Mac OS X 10.3

Mac OS X 10.3 Panther, viene presentato il 24 ottobre 2003, apporta molte nuove funzionalità al sistema operativo, modifica l'interfaccia grafica Aqua introducendo un tema "metallizzato" e incrementa ulteriormente la velocità del sistema, a tal punto da essere considerato il primo OS della filosofia X.

Mac OS X 10.4

Mac OS X 10.4 Tiger viene presentato il 29 aprile 2005. Tiger include oltre 200 migliorie e un migliore supporto dell'architettura a 64 bit dei processori PowerPC G5.

Con l'inizio della transizione di Apple verso l'uso di CPU Intel, a partire dalla versione 10.4.4, Tiger viene ricompilato per le supportare entrambe le architetture PPC e Intel. I nuovi Mac utilizzano processori sviluppati da Intel, sono in grado di far funzionare Windows anche grazie al software Boot Camp distribuito gratuitamente in versione beta a tempo e che sarà integrato in Mac OS X 10.5.

Mac OS X 10.5

La prima beta per gli sviluppatori è stata rilasciata durante il Worldwide Developers Conference del 7 agosto 2006. È commercializzato a partire dal 26 ottobre 2007.Leopard, inoltre, ha ricevuto la certificazione Open Brand UNIX 03 in quanto conforme alle specifiche SUSv3 e POSIX 1003.1 per API, utility shell e thread C.È completamente 64-bit, ma può eseguire anche applicazioni 32-bit in modo nativo. Leopard 10.5 è il primo sistema operativo di Apple a supportare ufficialmente sui Mac con CPU Intel il boot nativo di Windows XP e Vista tramite una funzione chiamata Boot Camp che era stata disponibile precedentemente in versione beta a tempo con Tiger.

Mac OS X 10.6

Apple ha annunciato alla Worldwide Developers Conference 2008 l'uscita della nuova versione di Mac OS X chiamata Snow Leopard. Il rilascio ufficiale è avvenuto il 28 agosto 2009. A detta di Apple, dopo l'introduzione di così tante novità con Mac OS X Leopard, la cosa migliore da fare è "prendersi una pausa" e "cambiare obiettivi". Ciò significa che Snow Leopard sarà incentrato soprattutto sull'ottimizzazione di ciò che c'è già.

Le novità principali sono la riscrittura dell'OS per renderlo completamente a 64 bit, pur mantenendo la compatibilità per i processori a 32 bit quali gli Intel Core Solo/Core Duo (presenti nei primi Macintosh basati su Intel), un più evoluto supporto multicore e l'eliminazione del codice PowerPC (di conseguenza non sarà compatibile con i Mac G4 e G5, dopo l'eliminazione del codice G3 da Leopard). QuickTime X che supporta svariati tipi di codec audio/video, l'upload diretto di video su YouTube, la registrazione video del proprio schermo, possibilità di tagliare spezzoni di video grazie al video editor.

Il sistema operativo include alcune tecnologie atte a meglio sfruttare i processori multicore e le moderne schede grafiche che vengono vendute con i computer attuali.

Mac OS X 10.7

Lion è stato presentato il 20 ottobre 2010 durante il keynote Back to the Mac a San Francisco, la sua immissione sul mercato è prevista per l'estate 2011. Il 24 febbraio 2011 è stata inviata agli sviluppatori la prima developer preview di OS X 10.7.

Mac OS X 10.8

OS X 10.8 Mountain Lion Apple - Press Info - Apple Releases OS X Mountain Lion Developer Preview with Over 100 New Featuresovvero, è la nona versione del sistema operativo Mac OS X sviluppato da Apple. Il software è stato presentato il 16 febbraio 2012. Integra alcune caratteristiche viste in iOS 5. Con questa nuova major release, il sistema perde la desinenza "Mac" e si chiama semplicemente "OS X".

Come novità possiamo trovare:

  • Migliore integrazione di iCloud
  • iMessage
  • Promemoria
  • Note
  • Centro Notifiche
  • Condivisione fogli
  • Integrazione con Twitter
  • Game Center
  • Gatekeeper

Voci correlate



Link Esterni




--S2010669 10:30, 12 Apr 2011

--S3526624 17:33, 16 Mag 2012


Mappa Concettuale Mac OS X di Daniele Rivara
Strumenti personali