Server

Da Semantic WikiSUN.

Server (nell'accezione hardware del termine) in contenitore da 1 unità per rack da 19"

In informatica il termine server (in inglese letteralmente servitore) indica genericamente un componente informatico che fornisce un qualunque tipo di servizi ad altre componenti (tipicamente chiamate client, cioè "cliente") attraverso una Rete informatica|rete di computer. Si noti che il termine server, così come pure il termine client, possono essere riferiti sia alla componente hardware che alla componente software che forniscono le funzionalità o servizi di cui sopra.

Indice

Descrizione

Tipicamente una macchina hardware server può ospitare uno o più servizi ovvero implementare logicamente uno o più server. Ciascun server può essere di tipo:

  • iterativo, cioè accogliere e soddisfare sequenzialmente una sola richiesta di servizio alla volta da parte dei client con una tipica procedura a coda di attesa dei processi da gestire (caso di pochi client: situazione ai primordi della rete Internet);
  • concorrente, ovvero soddisfare più richieste di servizio da parte di più client attraverso procedure tipiche del multithreading (situazione diventata ora comune nella rete Internet).

In base al contesto, il termine server può indicare quindi:

  • un computer utilizzato per fornire servizi ad altri computer, a prescindere dalle sue caratteristiche hardware.
  • un computer specifico appartenente alla fascia di mercato dedicata all'uso come server, caratterizzato da alta affidabilità e maggiori prestazioni.
  • un processo (ovvero un programma in esecuzione) che fornisca servizi ad altri processi (es. Server Web).

In generale quindi si tende ad indicare come server il componente hardware che attraverso un software specifico eroga un servizio e client il componente hardware con relativo software che ne fa uso su richiesta dell'utente.

Funzionamento

I server offrono servizi al client tipicamente in modalità richiesta/risposta lavorando a livello applicativo del modello ISO-OSI e del modello TCP/IP (come anche i client) secondo i dettami del particolare protocollo di rete che regola il suo funzionamento per l'espletamento del servizio al client. Si appoggiano dunque agli strati protocollari inferiori dello stack di rete, in particolare sui protocolli di livello di trasporto quali TCP e UDP e sul livello di rete (IP) per l'instradamento.

Tipicamente l'espletamento del servizio per il client è preceduta da una fase di definizione di un socket (coppia indirizzo IP/porta) e successiva instaurazione della connessione con il server tramite TCP o UDP, con il server che possiede un indirizzo IP statico a causa dei legami intrinseci con il nome di dominio (che è inevitabilmente fisso) attraverso il DNS. Le porte dedicate ai server sono tipicamente porte note e statiche (well known ports), dipendenti dal particolare servizio espletato.

La creazione di applicazioni di rete, per quanto riguarda la connessione, ricade all'interno degli ambiti della cosiddetta programmazione socket. Tipicamente tale ambito di programmazione fa uso di opportune chiamate di sistema o API Socket al sistema operativo del server e del client per realizzare la connessione affidabile sia in modalità iterativa sia concorrente gestendo anche tutti i possibili errori o eccezioni.

In linea generale quindi si tende ad indicare come server il componente hardware che attraverso un software specifico eroga un servizio e client il componente hardware con relativo software che ne fa uso su richiesta dell'utente.

Architettura client-server o N-tier

Il complesso logico formato da uno o più server e, solitamente, svariati client è denominato client-server|Modello client-server. Negli ultimi anni è stato esteso alla interazione tra più macchine o servizi eterogenei, e in tal caso si parla di Architettura three-tier|Architettura 3-tier (o più in generale ad N-tier).

Il server riceve dai client delle richieste di servizio, e restituisce loro la risposta con i risultati dopo averne effettuato l'elaborazione relativa. Questo ha l'indubbio vantaggio di concentrare su una sola macchina centrale tutte le principali risorse di elaborazione, il software, la manutenzione, le informazioni critiche o informazione sensibili, gli accorgimenti atti a garantire affidabilità (come i backup). I clients, al contrario, possono in generale essere anche macchine con risorse e affidabilità inferiori, che hanno l'unico compito di interagire con l'utente, e che non contengono informazioni critiche o sensibili.

Si noti che dal punto di vista software un computer non è mai puramente un server, in quanto oltre ad erogare servizi ad altri si appoggia solitamente a servizi forniti da terzi, e quindi è contemporaneamente server e client. Per ottenere informazioni sulla rete, e quindi è simultaneamente sia un server di e-mail sia un client per quanto riguarda altri servizi relativi alla gestione della rete.

Servizi e tipologie di server

Tra i servizi che vengono tipicamente erogati da un server e che ne identificano a sua volta le varie tipologie, si possono citare:

  • File server, che permettono agli utenti di accedere ai file situati sul server come se fossero sul proprio calcolatore, agevolando la condivisione di informazioni
  • Database server
  • Web server
  • Application server, dove il server viene usato per far funzionare un programma applicativo e condividerne le funzionalità tra gli utenti
  • Print server, che permettono di mettere in comune una o più stampante|stampanti tra gli utenti di una rete con la eventuale gestione dei diritti di accesso
  • Mail server, per la gestione della posta elettronica
  • Videogioco|Game server, che ospitano risorse per rendere possibili i giochi on-line
  • Gestione di una rete informatica, locale o geografica
    • DHCP per l'assegnazione automatica di indirizzo IP|indirizzi IP ai computer
    • DNS server, che forniscono la risoluzione dei nomi di dominio dei siti (per esempio it.wikipedia.org) nei loro indirizzi IP
  • Server grafico o display server
  • Server di autenticazione, che permette di autenticare l'accesso ad altre risorse
  • FTP server, fornisce alla rete accesso a cartelle pubbliche o con autenticazione
  • VNC server, fornisce, attraverso un client VNC un desktop remoto
  • Proxy server, fornisce una cache di accesso al World Wide Web e la possibilità di controlli di autenticazione e di filtro

Caratteristiche

Tipicamente una macchina hardware server può ospitare uno o più servizi ovvero implementare logicamente uno o più server. Ciascun server può essere di tipo:

  • iterativo, cioè accogliere e soddisfare sequenzialmente una sola richiesta di servizio alla volta da parte dei client con una tipica procedura a coda di attesa dei processi da gestire (caso di pochi client: situazione ai primordi della rete Internet);
  • concorrente, ovvero soddisfare più richieste di servizio da parte di più client attraverso procedure tipiche del multithreading (situazione diventata ora comune nella rete Internet).

Affidabilità e sicurezza

Il server è un elemento fondamentale dell'infrastruttura IT di cui fa parte, in quanto i suoi malfunzionamenti si ripercuotono su tutti i client che lo usano. Pertanto, per i server si adottano accorgimenti volti a garantire affidabilità e sicurezza:

  • utilizzo di hardware di classe superiore, con prestazioni elevate ed elementi ridondanti (dischi RAID, alimentatori ridondanti)
  • protezione dell'alimentazione elettrica mediante gruppo di continuità
  • protezione fisica mediante localizzazione
  • Rete di calcolatori e connessione di rete preferenziale, di capacità superiore, ridondante
  • climatizzazione
  • configurazioni del sistema operativo volte a garantire maggiore affidabilità e sicurezza
  • gestione da parte di sistemisti esperti

I computer progettati per essere usati come server in una sala server di dimensioni medio-grandi vengono realizzati in modo da poter essere montati in un armadio rack.

Una coppia di server in un armadio rack

I maggiori investimenti richiesti da questi accorgimenti sono motivati dall'importanza che il buon funzionamento del server ha per i suoi utenti.

Cluster

Se il carico di richieste è eccessivo per un solo server, o se sono necessari alti livelli di affidabilità, più server possono suddividersi il compito di erogare un servizio o un gruppo di servizi. In questo caso si dice che i server formano un'unica risorsa computazionale definita come server cluster, che può continuare a funzionare anche se un certo numero delle macchine componenti viene messa fuori linea, anche se ovviamente la risorsa subisce un degrado delle prestazioni generali. Questo richiede che siano dotati di un sistema operativo adeguato, e/o collegati attraverso specifiche configurazioni di rete. Voci correlate:

Collegamenti esterni

Mappa Concettuale

MAP.png

Server2.cmap.png

Strumenti personali